BLOG -Gemellato

Testimonianze dirette

Pubblico per intero quanto scritto nel sito Cartoni animati anni 80 gestito da amici che conosco mooooolto bene. Lo faccio per riportarvi le parole di chi ha vissuto la notte di domenica a L'Aquila. Quello che leggerete purtroppo è tutto vero.
Prima però vorrei fare due precisazioni.
Ultimamente girano voci che i morti reali siano 1000, vi prego, non esasperiamo i numeri per strumentalizzare o altro, attendiamoci alle fonti ufficiali, anche per evitare allarmismi di amici e parenti che aspettano ancora notizie dei propri cari. Purtroppo però credo che la cifra di 257 morti sia destinata a salire forse di una centinaia, questo anche va detto (il numero di dispersi è molto alto e col passare del tempo la speranza di trovare qualcuno disperso che è sotto le macerie vivo si va affievolendo).
Altro chiarimento sugli sfollati; ecco qui le cifre dei tg sono, ahimè, decisamente ottimistiche, si parla di 25.000 persone, io credo che se consideriamo case distrutte e illesionate, se consideriamo che molta gente è negli alberghi della costa e che altri hanno trovato ospitalità fra parenti e amici fuori L'Aquila (io stesso ospito due miei colleghi senza casa e ho altri 3 amici che ne ospitano 3 più mogli e figli) il numero ufficiale è sfalsato rispetto alla realtà.
Ora il post.....come scritto nel sito CHIUNQUE VOGLIA PUBBLICARLO NEL PROPRIO BLOG PUO' FARLO ANCHE SENZA RIPORTARE IL SITO....NON STIAMO CERCANDO PUBBLICITA'.

"Le cose che state per leggere ci sono state dette a voce (per telefono) da amici che sono a L'Aquila.

PRIMA TESTIMONIANZA di un nostro amico sopravvissuto
"Stavo dormendo nel letto. A un certo punto ho sentito come se il letto venisse tirato su in aria...ho capito subito che era il terremoto mi son girato per dire a mia moglie che dovevamo prendere i bambini e scappare...non ho fatto a tempo.
Il pavimento s'è come rotto e ci siamo ritrovati dal secondo ..al piano terra.
Ci siamo salvati perchè eravamo nel letto e il materasso ha attutito il colpo.
Eravamo completamente al buio....nn vedevo mia moglie....le ho detto "mi sentiii ci sei?"...lei ha risposto "si"....nn sono come...abbiamo preso il materasso e l'abbiamo appoggiato a quel che restava della parete...sono salito sul materasso usandolo come una scala diciamo...e sono risalito su a prendere i miei figli...la loro stanza non era crollata. Li ho portati giù e siamo usciti....Non so come...non so come ho fatto...e non ricordo nemmeno bene come li ho presi e quanto tempo c'ho messo...non lo so.
Poi siamo riusciti a trovare una finestra...siamo usciti fuori e vicino a me c'erano le persone del terzo piano perchè la scala era intatta e sono scesi.
Abitando in una palazzina di soli sei appartamenti ci siamo ritrovati.....poi abbiamo capito che le persone che stavano al piano terra...erano sotto le macerie....il mio pavimento era il loro soffitto quindi li avevamo schiacciati. Tutti insieme abbiamo scavato...sempre al buio......con la puzza di gas.....li sentivamo urlare ... si erano salvati mettendosi sotto una scrivania...abbiamo scavato al buio e a mani nude.....dopo forse dieci minuti li abbiamo tirati fuori....una coppia di cinquantenni solo loro vivevano lì.
Questo è quello che è successo.....era una palazzina di soli 6 anni sto ancora pagando il mutuo.....non c'è più.. ma siamo vivi".
TESTIMONIANZA NUMERO DUE...altro amico
"Naturalmente dormivo.....ho sentito il letto muoversi....e sono caduti alcuni pezzi di muro..... sono sceso dal letto per uscire ma poi l'armadio è crollato sbarrandomi la porta......mi sono coperto la testa con una mano e l'altra in avanti.,..nn vedevo bene ...cercavo di appoggiarmi ......sono riuscito ad arrivare alla finestra l' ho aperta e mi sono buttato giù...stavo al secondo piano......mi son buttato su una macchina.....non mi sono rotto nulla ma mi sono procurato una ferita sul braccio.......quando sono sceso tramortito dall'auto...ho sentito il rumore delle case che cadevano giù......ho sentito urla.... gli antifurti delle macchine...la puzza del gas.....un casino....io sono solo..quindi ho iniziato a urlare i nomi dei miei vicini....mi hanno risposto....dalla mia palazzina di quattro piani si sono salvati tutti....quando abbiamo capito che eravamo tutti vivi....abbiamo fatto l'unica cosa possibile.......... scavare nel buio a mani nude...nelle macerie delle case vicine per salvare la gente. Io personalmente, da solo, ho tirato fuori una bambina e il suo cagnolino....poi abbiamo continuato a scavare.....tutti quelli che tiravamo su erano vivi.....alcuni feriti ma vivi.....e tutti quelli che abbiamo estratto dalle macerie si univano a noi per scavare e scavare....poi è arrivata la luce del mattino e ci siamo resi conto che era tutto mezzo distrutto.....allucinante....ho ancora nelle orecchie la gente che urlava nomi dei familiari....poi verso le non so 5 o 6...non la so l'ora....comunque stavo scavando e poi il vuoto...sono svenuto per via del sangue perso dal braccio.
Mi sono risvegliato su una barellina di quelle portatili...accanto a me c'erano altre persone ferite...m'hanno medicato...mi sono alzato e ho deciso di scendere giù all'aperto...mentre camminavo per L'Aquila...vedevo solo macerie.
Sto ancora ringraziando il signore"

TESTIMONIANZA NUMERO TRE di un amico che vive lì ma domenica era via. Questo è quello che ha visto tornato a L'Aquila
"La mia casa non c'è più..tutto crollato..il solaio della mia casa s'è ridotto a 30 centimetri di macerie. L'Aquila è rasa completamente al suolo. Quello che si vede in tv o nei giornali non rende l'idea della catastrofe che c'è."

Credo che non serva aggiungere altro.

SE VOLETE POTETE TRANQUILLAMENTE METTERE IL POST NEI VOSTRI BLOG

Sms per l' Abruzzo al 48580: ogni SMS inviato contribuira' con 1 euro, interamente devoluto al Dipartimento della Protezione Civile per il soccorso e l'assistenza.

Per effettuare donazioni alla Croce Rossa Italiana si possono utilizzare: il Conto corrente bancario C/C n. 218020 presso Banca Nazionale del Lavoro-Filiale di Roma Bissolati - Tesoreria - via San Nicola da Tolentino 67 - Roma, intestato a Croce Rossa Italiana via Toscana 12 - 00187 Roma, codice Iban IT66 - C010 0503 3820 0000 0218020, causale pro terremoto Abruzzo; il Conto corrente postale n. 300004 intestato a Croce Rossa Italiana via Toscana 12 - 00187 Roma, codice Iban IT24 - X076 0103 2000 0000 0300 004, causale pro terremoto Abruzzo.

Per volontari da tutta Italia: telefonare alla Protezione Civile Nazionale 06/68201"

3 commenti:

Lara ha detto...

Caro Matty, sono testimonianze tremende. Non si può non vivere l'angoscia di questi sopravvissuti.
Un abbraccio fraterno, ti stai dando tanto da fare, sei generoso ed è molto bello da parte tua.

Ciao,
Lara

stella ha detto...

Matty ho pubblicato le testimonianze.

Matty ha detto...

@ Lara grazie un abbraccio anche a te
@ Stella.....gentile e disponibile come sempre

Archivio blog